Ricerca

La Storia

Il nuovo Istituto Comprensivo “G. Albo – Giovanni XXIII” nasce a decorrere dal 1° settembre dell’anno scolastico 2019/2020 a seguito del piano di dimensionamento e razionalizzazione delle rete scolastica della Sicilia, con Decreto dell’Assessore Regionale n° 161 del 25/1/2019 con il quale è stata disposta la aggregazione della Scuola Media Statale “Giovanni XXIII” e del Circolo didattico “Giacomo Albo”. Giacomo Albo, insigne botanico, appassionato politico e, per diversi anni, docente nella città di Modica, noto anche per gli importanti studi sul grano ramoso ibleo e sulla flora della Sicilia sud orientale, fu precursore della coltivazione biologica; “Un democratico e uno studioso, limpido esempio di dirittura morale ed umana” come l’allora Presidente della Repubblica Giuseppe Saragat scrisse di lui. Papa “Giovanni XXIII”, il Papa buono, eletto il 28 ottobre 1958, fautore del “Concilio Vaticano II” con il quale, in meno di cinque anni di pontificato, riuscì ad avviare il rinnovato impulso evangelizzatore della Chiesa Universale. Il Circolo Didattico Giacomo Albo nasce nell’anno scolastico 1963/1964 con la denominazione di “III Circolo didattico”. Inizialmente il Circolo aveva la sede centrale a S.Marta e comprendeva tanti plessi rurali, la maggior parte dei quali sono stati chiusi, mentre alcuni sono ancora esistenti (S.Maria Zappulla, Piano Ceci). Il prof. Gallo è stato il primo Direttore didattico. Dall’anno scolastico 2007-08, in seguito al concorso ordinario per dirigente scolastico, la scuola è stata assegnata, alla dirigente professoressa Fernanda Grana. La dimensione sociale del territorio è abbastanza variegata e aperta ad una moderata presenza interculturale. Negli ultimi anni, infatti, abbiamo accolto un esiguo numero di bambini stranieri; appartenenti a famiglie provenienti da: Madagascar, Marocco, Cina, Polonia. In questo contesto la scuola deve sapersi porre come luogo d'incontro e principale punto di riferimento per realtà diverse e come istituzione capace di attuare adeguatamente l'accoglienza e l'integrazione sociale promuovendo momenti di arricchimento interculturale. Da registrare anche un aumento delle separazioni all'interno delle coppie giovani e la formazione di famiglie mononucleari o allargate. Quest’ultima tendenza ha dato origine ad un'accentuazione della complessità relazionale centrata sul minore e la scuola, maglia importantissima della rete di sostegno al bambino, deve garantirgli il pieno sviluppo delle capacità emozionali. Nell'analisi del contesto sociale si è inoltre evidenziato, da una parte, un innalzamento generalizzato del livello di scolarizzazione di molte famiglie, le quali appaiono maggiormente attente alla qualità dell’offerta formativa e disposte a partecipare attivamente alle iniziative proposte dalla scuola; dall’altro, al contrario, un crescente disinteresse dei genitori, che delegano alla scuola compiti educativi e di formazione, senza attivare adeguate sinergie con essa.

La Storia della scuola

La nostra Istituzione Scolastica è stata costituita grazie ad un apposito decreto degli organi competenti in materia. Di seguito alcuni momenti importanti, rappresentati tramite timeline, delle nostre attività più recenti.